Culto 13/09/2020 - Quindicesima dopo la Pentecoste

di Ruggero Marchetti pubblicato il 13/09/2020 22:10:36 in culto 351

Genesi 2 , 4b - 25

Gettate su di lui ogni vostra preoccupazione, perché egli ha cura di voi (1 Pietro 5, 7).

Un pensiero dalla predicazione

thumbnail article La mancanza dell’uomo, il bisogno che egli ha di un altro essere “da guardare negli occhi” che venga a completarlo. Tutto questo è al cuore del nostro racconto.

Ma c’è qui (ed è forse l’aspetto più profondo di questo ra cconto in s é così profondo) un altro bisogno: il bisogno di Dio “Quando il Signore Dio fece la terra e il cielo , ancora nessun cespuglio della steppa vi era sulla terra, né ancora alcuna erba del campo era spuntata, perché il Signore Dio non aveva fatto p iovere sulla terra e non vi era l’uomo che lavorasse il terreno e che facesse sgorgare dalla terra un canale e i rrigasse tutta la superficie del terreno”. La terra fatta da Dio all’inizio è un deserto, non ha "cespugli“ ed “erba”, perché “non vi era l’uomo che lavorasse il terreno”: c’è bisogno dell’uomo Dio ha bisogno dell’uomo e del suo lavoro, per rendere fer tile e viva la sua terra.

Non è strano? L’Onnipotente non può portare a compimento la sua opera, se non c’è l’uomo che lo faccia per lui. Ora, un “Onnipotente che non può”, non è più onnipotente. Questo vuol dire allora che Dio ha rinunciato da subito a lla sua onnipotenza perché ha voluto avere bisogno dell’essere umano. E questa che cos’è da parte sua, se non una straordinaria prova d’amore?

Abbiamo detto che, secondo il filosofo Platone (ma poi secondo tutti: non occorre essere dei filosofi per comprender lo ), l’amore nasce da “povertà e bisogno”. Dio allora s’è fatto in qualche modo povero, ha voluto avere bisogno di noi perché, fin d a prima che venissimo al mondo, ha voluto mettere s é stesso in condizione di poterci amare ; e è come se ci dica “Ho bisogno di voi come un innamorato ha bisogno della su a amata”.

È incredibile è quasi scandaloso, ma è così: Dio ha bisogno dell’uomo, ha bisogno di noi, perché ci vuole amare così, e perché così ci può amare.

Il pastore


file PDFordine culto